Il Disturbo Istrionico di Personalità

12 Lug
by Francesca Vottero Ris, posted in Disturbi di personalità   |  Commenti disabilitati su Il Disturbo Istrionico di Personalità

Il Disturbo Istrionico di Personalità è uno dei Disturbi di Personalità.

Le persone che soffrono di un disturbo istrionico di personalità possono presentarsi come persone eccessivamente emotive, sempre alla ricerca di attenzione e approvazione da parte degli altri. Lo stile interpersonale è caratterizzato da seduttività e teatralità, inoltre è presente in queste persone un marcato bisogno di novità, una forte impressionabilità e la tendenza a somatizzare.

In queste persone il bisogno eccessivo dell’attenzione altrui è tale per cui vi è una continua ricerca dell’interesse dell’altro con comportamenti teatrali, provocatori o seduttivi, tanto da apparire, in genere, ipersocievoli e affascinanti. Questo continuo bisogno dell’attenzione e dell’approvazione altrui, determina la propensione ad una marcata dipendenza emotiva. Per evitare l’interruzione del rapporto queste persone possono ricorrere a comportamenti drammatici e pericolosi volti ad attirare l’attenzione degli altri per lui importanti (es. promiscuità sessuale, gesti autolesivi, minacce e/o tentativi di suicidio).

Chi soffre di questo disturbo tipicamente utilizza con gli altri modalità interattive  sessualmente seducenti (es. adulazione, regali, provocazioni sessuali), drammatiche e teatrali (es. esagerazioni di episodi di vita, invenzione di storie, descrizioni esagerate del proprio stato fisico ed emotivo). Il soggetto manifesta tali modalità anche in contesti non adeguati (es. in ambito lavorativo) o nei confronti di persone per cui non vi è quell’interesse sessuale o sentimentale che si lascia intendere. Sovente considera le relazioni più intime di quanto non siano realmente (es. fantasticare su conoscenti in modo romantico, considerare un conoscente un caro amico), ma ha in realtà una grande difficoltà a raggiungere un’autentica intimità emotiva con le persone.

Queste persone sono inoltre facilmente suggestionabili e influenzabili dagli altri e dalle circostanze nelle opinioni e nei sentimenti; valori e interessi personali possono variare al variare di quelli del partner del momento. Le manifestazioni emotive appaiono il più delle volte eccessive e imbarazzanti per gli altri (es. abbracciare con trasporto persone conosciute da poco) e sono facilmente mutevoli. Lo stile comunicativo è impressionistico (es. gesticolare, una mimica facciale accentuata) e privo di dettagli che supportino e rendano credibili delle opinioni espresse in modo tanto convincente.

È  presente una certa tendenza alla somatizzazione: il corpo è utilizzato per attirare l’attenzione su di sé e per questo viene estremamente curato (es. spende tempo energia e denaro per l’abbigliamento e la cura del corpo), oppure diventa teatro di continui e ostentati malesseri che richiedono attenzione e cura.

Infine queste persone possono essere facilmente esposte alla noia, per cui ricercano delle gratificazioni immediate ai loro bisogni (es. abbandonare un progetto avviato con entusiasmo perché troppo faticoso) ed hanno un continuo bisogno di novità.

In genere il disturbo compare entro la prima età adulta compromettendo diversi contesti di vita e causando una grande sofferenza soggettiva. Ci sono diverse evidenze che portano a segnalare il rischio di sviluppare un Disturbo di Somatizzazione e un Disturbo Depressivo Maggiore. Ci sono inoltre concomitanza con il Disturbo Borderline, Narcisistico, Antisociale e Dipendente di Personalità.

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino.

Tagged ,

About Francesca Vottero Ris

Psicologa a Torino

Comments are closed.