Selettività del cibo e rifiuto di mangiare nei bambini

16 Set
by Francesca Vottero Ris, posted in Bambini, Disturbi alimentari   |  Commenti disabilitati su Selettività del cibo e rifiuto di mangiare nei bambini

Disturbi alimentari nei bambiniIl rifiuto di mangiare o un’eccessiva selettività del cibo da parte di un bambino suscita sempre nei genitori una grande ed intensa preoccupazione. La situazione più grave che si possa presentare è quella di una anoressia vera e propria, ossia un rifiuto totale del cibo, me è un fenomeno abbastanza raro in età infantile dove per lo più si trova legato a disturbi mentali gravi o situazioni estreme di maltrattamento infantile.

A volte forme intermedie di anoressia si presentano in occasione di cambiamenti del regime alimentare come nello svezzzamento, in periodi di malattia, in fasi di grandi cambiamenti di vita come traslochi o afidmento ad altre figure di accudimento.

Problemi alimentari bambiniMolto difrequenti sono l’eccessiva sellettività nei confronti del cibo: il bambino può magiare solo due o tre tipi di cibo e ha difficoltà ad accettare nuovi sapori.

In ognuna di queste situazioni è importante rivolgersi al pediatra affinchè suggerisca le tecniche nutrizionali più adeguate, se il problema dovesse essere particolarmente complicato o persistere e fonte di eccessiva ansia per i genitori ci si può rivolgere ad uno psicologo che possa inquadrare il problema e le dinamiche relazionali e pianificare delle strategie d’intervento risolutive.

L’alimentazione ha una grande valenza simbolica: le dinamiche che si attivano tra bambino  e figura di accudimento al momento del pasto, lasciano filtrare sentimenti, emozioni e credenze reciproche che creano modelli mentali del bambino.

Famiglia che legge un libroI problemi più frequenti alla basa del rifiuto del cibo ruotano attorno ad un ipocoinvolgimento o ad un ipercoinvolgimento delle figure di cura rispetto all’alimetazione: alcuni adulti possono ad esempio possono mostrarsi imprevedibili di fronte ai segnali di richiesta del cibo oppure vivere con troppa ansia tuto ciò che riguarda il cibo al punto da diventare l’unico canale di comunicazione affettiva.

Naturalmente anche le predisposizioni temperamentali del bambino possono avere un ruolo nella creazione di problematiche alimentari, ma sarà compito dell’adulto capire cosa succede e perchè e modificare i propri comportamenti per meglio adeguarsi alle richieste del bambini.

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa Torino

Tagged , ,

About Francesca Vottero Ris

Psicologa a Torino

Comments are closed.