Psicologia

Bambini difficili

12 Lug
by Francesca Vottero Ris, posted in Bambini, Psicologia   |  Commenti disabilitati su Bambini difficili

Non vanno ancora a scuola e sono sempre più rabbiosi e aggressivi tanto che spesso vengono appellati come bambini difficili o peggio bambini cattivi.
E non sono la minoranza perchè ben un bambino su dieci in età prescolare, ovvero fino ai cinque anni, presenta disturbi del comportamento di vario grado. Se è vero che gli esperti rassicurano che spesso non si tratta di una patologia vera e propria, è un segnale da non sottovalutare e che va letto come la crescente difficoltà dei genitori di educare i proprio figli in una società sempre più complessa e con punti di riferimento troppo mutevoli.
Fortunatamente il più delle volte si possono escludere difetti della sfera cognitiva o particolari patologie organiche, mentre si riscontra appunto una forte tendenza a crisi di rabbia, collera e opposizione. Una carica di aggressività, “che rende questi bambini estremamente difficili da educare”.
E bisogna considerare gli effetti a lungo termine di queste difficoltà che emergono già nella prima infanzia, infatti sono proprio i bambini oggi difficili quelli con maggiore probabilità domani di sviluppare condotte a rischio, dalla fuga alla micro-delinquenza.

COSA FARE SE IL  BAMBINO HA UN COMPORTAMENTO ATIPICO?
Rivalita tra fratelliTuo figlio è diventato improvvisamente timido e pauroso quando è fuori casa mentre in casa non smette mai di strillare o piangere quando vuole ottenere ciò che desidera diventa una furia, corre urla ed ha un comportamento insopportabile?
Il tuo bambino manifesta comportamenti così diversi da quando è a scuola a quando è a casa o in ambienti extrascolastici? Ti sei chiesta più volte cosa accadrà quando diventerà più grande?

CHIEDI CONSIGLIO AD UNO SPECIALISTA DELLA PISCOLOGIA DELLO SVILUPPO.

La psicologia dello sviluppo ha messo in evidenza come, durante i primi anni di vita, i bambini attraversino diverse fasi di sviluppo. Tali periodi evolutivi comportano importanti modifiche a livello corporeo, affettivo e cognitivo. Spesso possono presentarsi disarmonie transitorie, caratterizzate da eccessiva timidezza, esplosioni di rabbia violente, difficoltà nelle relazioni con gli altri. Quando si verificano questi episodi è necessario valutarne intensità, frequenza e durata. Inoltre è importante considerarne la pervasività: cioè il mantenimento nel tempo e in differenti contesti. Se è vero che tali difficoltà compaiono in modo transitorio e soltanto in alcune circostanze uno specialista del campo può aiutare i genitori a registrare e considerare i comportamenti atipici del bambino ed eventualmente sostenere i genitori e fornirgli strumenti per poter gestire in modo autonomo la situazione oppure là dove sussistono dei problemi diagnosticabili intevenire preventivamente per evitare lo strutturarsi di un disagio di difficile gestione poi nell’età adolescenziale.

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

Centri per adolescenti a Torino

12 Lug
by Francesca Vottero Ris, posted in Adolescenti, Psicologia   |  Commenti disabilitati su Centri per adolescenti a Torino

ragazziIl Centro Adolescenti a Torino si rivolge a ragazzi e ragazze di età compresa fra i 12 e i 21 anni che vogliano essere ascoltati su problemi personali, familiari, psicologici, sanitari, scolastici, e ai genitori, insegnati e operatori che necessitano di informazioni e consulenza nel rapporto con gli adolescenti. L’accesso è gratuito e non serve l’impegnativa del medico.
È possibile trovarli sul territorio di Torino presso:

Mole Antoneliana TorinoASLTO1 a Torino:

Distretto Circoscrizione 3, Via Moretta 55 bis Torino, telefono 0114474337; l’accesso è diretto e gratuito.

ASLTO2 a Torino:

  • Distretto Circoscrizione 4 e 5, piazza Montale 10 Torino, telefono 011732264.
  • Distretto Circoscrizione 6, via Maddalene 35/a Torino, telefono 011284738.
  • Distretto Circoscrizione 7, via Cavezzale 6 Torino, telefono 01183925227.

 

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino.

Servizi di psicologia Asl TO1 di Torino

28 Giu
by Francesca Vottero Ris, posted in Psicologia   |  Commenti disabilitati su Servizi di psicologia Asl TO1 di Torino

A Torino psicologi per adulti, psicologi per bambini, psicologi per adolescenti, psicologi per genitori, neuropsichiatri infantili. Servizi di psicologia per adolescenti. Psicoterapia a Torino.

Il 1 gennaio gennaio 2008, dall’unione delle ex Asl 1 e Asl 2 di Torino è nata l’Azienda sanitaria locale “TO 1”. Sede legale e amministrativa Via San Secondo 29 – 10128 Torino – centralini: ex Asl 1 di Torino 011 5661566; ex Asl 2 di Torino 011 70951.

Mole Antoneliana TorinoLa ASL TO 1 – Torino ha competenza sul territorio di:
Torino Circoscrizione 1 (Centro, Crocetta)) Torino Circoscrizione 2 (Santa Rita, Mirafiori Nord) Torino Circoscrizione 3 (San Paolo, Cenisia, Cit Turin, Pozzo Strada, Borgata Lesna) Torino Circoscrizione 8 (San Salvario, Cavoretto, Borgo Po) Torino Circoscrizione 9 (Lingotto, Nizza Millefonti, Filadelfia) Torino Circoscrizione 10 (Mirafiori Sud) e sul Presidio Ospedaliero Oftalmico C. Sperino (ex Asl 1 di Torino), Presidio Ospedaliero Evangelico Valdese (ex Asl 1 di Torino) e il Presidio Ospedaliero Martini (ex Asl 2 di Torino)

All’interno dell’ASL TO1 ci sono due Strutture di Neuropsichiatria, con ambulatori collocati nei Distretti. Le Direzioni e Segreterie sono: Via San Secondo 29 bis Torino- tel 011.5662034 (Distretti 1 – 8 – 9 e 10); Via Tofane 71  Torino- tel 011.70952547 – Ospedale Martini (Distretti 2 e 3).

I Servizi di psicologia sono composti da medici neuropsichiatri infantili, psicologi dell’età evolutiva, fisioterapisti, logopedisti, educatori, infermieri e personale amministrativo.
Le attività sono rivolte a bambini e adolescenti in età compresa tra 0 e 18 anni e consistono in:
–  attività di prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione dei disturbi neurologici, psicologici e psichiatrici
–  attività di tutela (in collaborazione con i Servizi Sociali ) nelle situazioni di rischio psicoevolutivo
–  attività istituzionali relative alle adozioni, agli affidi familiari, all’inserimento scolastico dei soggetti con handicap

Presso il polo ospedaliero dell’Ospedale Martini di Torino vengono effettuate attività di diagnosi e cura che richiedono un ricovero in area pediatrica o indagini strumentali (laboratorio di neurofisiologia, biopsie muscolari, accertamenti radiologici, esami di sangue…)
Vengono svolte le seguenti attività specialistiche: visite specialistiche neuropsichiatriche, esami neurofisiologici (EEG standard e in altre condizioni, Potenziali Evocati), colloqui psichiatrici, colloqui di sostegno psicologico,  psicodiagnosi,  psicoterapia individuale, sostegno ai genitori, psicoterapia di coppia, valutazione e riabilitazione neuromotoria,   valutazione e riabilitazione logopedica
Sono presenti equipe di lavoro dedicate ad ambiti specifici come il maltrattamento e l’abuso infantile, disturbi pervasivi dello sviluppo, malattie rare…
I progetti individualizzati per i minori disabili vengono definiti insieme agli operatori sanitari e sociali nell’ambito della commissione Unità Valutativa Minori.
L’accesso al Servizio avviene in base alla residenza del minore sul territorio dell’ASL.

Nell’ambito dei compiti della Neuropsichiatria Infantile dell’ASL TO1 rientrano le attività di Riabilitazione neuropsicomotoria e logopedica. In questo ambito si individuano diverse aree di coinvolgimento che si possono schematicamente riferire per la riabilitazione neuropsicomotoria a patologie neuro e psicomotorie, disturbo pervasivo dello sviluppo , per la riabilitazione logopedica a disturbi del linguaggio di varia natura e disturbi specifici dell’apprendimento.

In collaborazione con il Dipartimento di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino è operativo un ambulatorio specializzato per la diagnosi e la presa in carico dei soggetti con Disturbo Pervasivo dello sviluppo (Autismo).

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino

 

Servizi di psicologia Asl TO2 di Torino

13 Giu
by Francesca Vottero Ris, posted in Psicologia   |  Commenti disabilitati su Servizi di psicologia Asl TO2 di Torino

A Torino psicologi per adulti, psicologi per bambini, psicologi per adolescenti, psicologi per genitori, neuropsichiatri infantili. Servizi di psicologia per adolescenti. Psicoterapia a Torino.

Il 1 gennaio gennaio 2008, dall’unione delle ex Asl 3 e Asl 4 di Torino è nata l’Azienda sanitaria locale “TO 2” Torino Nord. Sede legale e amministrativa Corso Svizzera 164 – 10149 Torino – centralini: ex Asl 3 di Torino 011 4393111; ex Asl 4 di Torino 011 2401111.

Mole Antoneliana TorinoLa ASL TO 2 – Torino Nord organizza i servizi sanitari delle circoscrizioni nord di Torino. In particolare, ha competenza sul territorio di:
Torino Circoscrizione 4 (quartieri San Donato, Campidoglio e Parella) Torino Circoscrizione 5 (Vallette, Lucento, Madonna di Campagna e Borgo Vittoria) Torino Circoscrizione 6 (Barriera di Milano, Falchera, Villaretto, Rebaudengo, Regio Parco, Barca, Bertolla) Torino Circoscrizione 7 (Aurora, Vanchiglia, Sassi, Madonna del Pilone) e sugli ospedali Maria Vittoria a Torino, Amedeo di Savoia di Torino Nord, per Emergenza S. Giovanni Bosco

Presso l’Ospedale  MARIA VITTORIA via Cibrario, 72 Torino, funziona il reparto di  NEUROPSICHIATRIA INFANTILE di Torino  Tel: 011.439.3258 – fax 011.439.3381
Il servizio di neuropsichiatria infantile di Torino si avvale di medici neuropsichiatri infantili, psicologi, logopedisti, fisioterapisti, infermieri e personale amministrativo. Psicologia infantile, psicologi per bambini, psicologa per bambini, psicologia età evolutiva.
Le prestazioni del servizio di psicologia infantile e neuropsichiatria infantile di Torino consistono nella prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dei disturbi dello sviluppo psichico del bambino e dell’adolescente, dei danni neuromotori, delle patologie neurologiche e comportamentali, dell’epilessia e dei disturbi del linguaggio e dell’apprendimento.
L’attività è pianificata su gruppi di lavoro organizzati a seconda dell’età del bambino e comprende visite mediche e/o psicologiche, consulenze ai genitori e alle istituzioni, psicoterapie individuali e familiari, attività di tipo riabilitativo.
In collaborazione con i Servizi Sociali ed in accordo con il Tribunale di Torino, il servizio di neuropsichiatria infantile di Torino lavora per affidamenti e adozioni. Partecipa in modo attivo alla presa in carico dell’handicap, con attenzione particolare all’integrazione scolastica e sociale dei disabili. In collaborazione con altre aziende sanitarie e sociali, si occupa delle situazioni di maltrattamento ed abuso su minori.
La sede ospedaliera, oltre alle attività di consulenza interna e di elettroencefalografia clinica, ospita alcune delle prime accoglienze. È in grado inoltre di attivarsi nelle situazioni di emergenza-urgenza, specie in età adolescenziale, fornendo consulenza all’utente, previo filtro da parte del medico o pediatra di base, mettendo in azione successivamente un progetto integrato con gli ambulatori territoriali in Torino.
Accesso prime visite: su prenotazione telefonica al numero 011.439.3258 o tramite CUP di Torino
SEDI AMBULATORI di TorinoDistretto I   via Asinari di Bernezzo 98 / via Carrera 81  Torino tel.011/ 71.54.82 – 72.48.21;Distretto II Piazza Montale 12  Torino  tel. 011.73.59.76 – 011.739.23.95via Sospello 139/3  Torino tel. 011/220.55.00via Stradella 203 Torino   tel.011.25.35.55.

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino.

La dislessia nei bambini

03 Mag
by Francesca Vottero Ris, posted in Bambini, Psicologia, Scuola   |  Commenti disabilitati su La dislessia nei bambini

Il Disturbo della Lettura (definito anche “dislessia”) è uno dei Disturbi dell’Apprendimento diagnosticato di solito nell’Infanzia e nell’Adolescenza. Nei soggetti con dislessia la lettura orale  è caratterizzata da distorsioni, sostituzioni o omissioni; sia la lettura orale che quella a mente sono caratterizzate da lentezza ed errori di comprensione. Sebbene le difficoltà di lettura possano insorgere anche all’asilo, la dislessia viene di solito diagnosticata durante l’età scolare o comunque con l’inizio dell’insegnamento della lettura. La diagnosi e l’intervento precoce permettono esiti favorevoli del problema.

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino

 

Interventi psicologici a tariffa ridotta rivolti ai ragazzi e ai giovani adulti

14 Apr
by Francesca Vottero Ris, posted in Adolescenti, In evidenza, Psicologia   |  Commenti disabilitati su Interventi psicologici a tariffa ridotta rivolti ai ragazzi e ai giovani adulti

ragazziConsiderando le difficoltà dei ragazzi d’oggi ad entrare nel mondo del lavoro lo Studio di Psicologia di Torino propone degli interventi psicologici a tariffa ridotta (onorario minimo rispetto al tariffario delle prestazioni dello psicologo) ai ragazzi e ai giovani adulti (18-24) che studiano o che non hanno ancora raggiunto una loro indipendenza economica.

Convenzione con il Sindacato Italiano Lavoratori Polizia per la CGIL

14 Apr
by Francesca Vottero Ris, posted in In evidenza, Psicologia   |  Commenti disabilitati su Convenzione con il Sindacato Italiano Lavoratori Polizia per la CGIL

Lo studio di Psicologia e di Psicoterapia di Torino ha stipulato una convenzione con il SILP per la CGIL riservato agli iscritti e ai loro familiari, offendo loro il primo colloquio psicologico gratuito e servizi a tariffa oraria scontata del 30%. Per ulteriori informazioni sui servizi proposti visita il blog  silpcgil torino

 

Il test di Rorschach

27 Feb
by Francesca Vottero Ris, posted in Psicologia   |  Commenti disabilitati su Il test di Rorschach

Il test di Rorschach secondo il Metodo Comprensivo di Exner

Tavola Test RorschachIl test di Rorschach è un test psicologico proiettivo ed è uno degli strumenti più noti per avere informazioni sulla propria  personalità.
Il test di Rorschach è composto da 10 tavole raffiguranti delle macchie d’inchiostro che vengono presentate una alla volta alla persona.
Alla persona che osserva la tavola viene chiesto di dire che cosa potrebbe raffigurare la macchia sulla tavola presentata. Dalle risposte che egli fornisce, attraverso specifiche tecniche di attribuzione di punteggio, si possono ottenere delle informazioni rispetto alla struttura di personalità.

Il fatto che le macchie costituiscano degli stimoli ambigui, a cui la persona deve tentare di attribuire un significato, ha fatto classificare il Rorschach quale metodo proiettivo. Nel dare le risposte ciascuna persona, attribuendo un significato a degli stimoli ambigui, come le macchie, dà delle informazioni sul proprio modo di comportarsi, di pensare e di gestire il proprio mondo emotivo.

Il Comprehensive System è essenzialmente un approccio descrittivo che guarda alla persona in modo concreto e fisico, descrivendolo cioè, attraverso i suoi comportamenti osservabili. Tale metodo si può definire dunque ateoretico, nel senso che non è basato su alcuna teoria della personalità, anche se fa comunque riferimento a una posizione filosofica riguardo alle scienze umane, quella secondo cui sono i fenomeni (o gli eventi o i comportamenti) osservabili a fornire informazioni rilevanti per la comprensione della persona reale.

Una particolarità del Comprehensive System di Exner è l’ampio spazio dato alla valutazione degli aspetti cognitivi della personalità, chiamata triade cognitiva per cui nel sistema comprensivo di Exner è possibile avere informazioni su come il soggetto processa le informazioni in entrata (input), sulle modalità con cui il soggetto traduce ed identifica le informazioni e sul modo in cui la concettualizzazione delle informazioni viene tradotta. L’interpretazione viene fatta separatamente ma bisogna sempre considerare questi tre momenti come un processo lungo un continuum. Potremmo schematizzare, questo processo così:
Test Rorschach
INPUT =====>  TRADUZIONE=====>  CONCETTUALIZZAZIONE

Per ulteriori approfondimenti sul Rorschach secondo il metodo comprensivo di Exner vedi articolo scritto nel blog nonsoloansia.it

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino

Pagina 3 di 3123