Depressione adolescenti

Dottoressa Francesca Vottero Ris, Psicologa Torino, Piscoterapeuta cognitivo-comportamentale Torino, Terapia E.M.D.R.

Depressione nei ragazziLa depressione adolescenziale può interferire con la crescita fino ad arrestare le potenzialià individuali dei ragazzi con il rischio, di comprommettere il ciclo successivo di vita, impedendo la realizzaione professiomale, la vita affettiva e la progettulità.

Spesso lo scompenso depressivo negli adolescenti è conseguente a delle perdite, lutti non elaborati, fallimenti scolastici o lavorativi, rivelazioni che portano a rivedere in negativo l’immagine e il rapporto con una persona significativa. Il ragazzo vive come drammatico un fallimento scolastico o affettivo, un rimprovero, una delusione da parte di una figura significativa. La fatica di crescere porta a volte a vivere i genitori come ostili, distruttivi, abbandonici e a farsi prendere da sentimenti di autosvalutazione e rabbia rivolta contro sè stessi o contro gli altri.

Alcuni dei segnali che possono essere associati ad una depressione sono:

  • frequenti segnalazioni di dolori alla testa, allo stomaco, ai muscoli, o di una certa stanchezza;
  • assenze frequenti da scuola o calo nel rendimento scolastico;
  • minacce o tentativi di fuga da casa;
  • tendenza a protestare, ad avere scatti d’ira o a piangere senza comprensibili motivi;
  • mostrarsi annoiato;
  • perdita d’interesse a giocare con gli amici;
  • uso di sostanze alcoliche o stupefacenti;
  • tendenza ad isolarsi e a comunicare poco con gli altri;
  • paura della morte;
  • scarsa tolleranza verso i rifiuti da parte degli altri o per eventuali insuccessi;
  • irascibilità, rabbia e ostilità elevate nei confronti degli altri;
  • adozione di comportamenti spericolati;
  • difficoltà nelle relazioni sociali.

È importante riconoscere questi segni come manifestazione di un profondo malessere per non peggiorare la situazione con rimproveri da parte degli adulti.
In presenza di questi segni e sintomi, prima di diagnosticare un disturbo dell’umore bisogna avere una diagnosi differenziale accurata, rispetto ad altre patologie come le anemie, le disfunzioni della tiroide e altre che possono dare una sintomatologia in parte simile per iniziare un trattamento adeguato.

Una percentuale rilevante dei ragazzi con depressione ad inizio precoce sviluppa poi il cosiddetto “disturbo bipolare” caratterizzato da una vulnerabilità ad eccessive fluttuazione dell’umore, in cui le fasi di depressione si alternano a periodi di vera maniacalità, caratterizzata da scarso bisogno di dormire, euforia immotivata, esuberanza di energia, idee grandiose su di sé e i propri progetti, senza alcun fondamento reale, e una elevata probabilità di cimentarsi o sfidarsi in attività ad alto rischio: sport o guida veloce, assunzione di droghe eccitanti, eccesso di alcolici.

 

Comments are closed.