Depressione bambini

Dottoressa Francesca Vottero Ris, Psicologa Torino, Piscoterapeuta cognitivo-comportamentale Torino, Terapia E.M.D.R.

Depressione nei bambiniI bambini possono manifestare nel corso dello sviluppo degli abbassamenti dell’umore con momenti di sofferenza psicologica che si configurano come periodi di tristezza passeggeri che per intensità e persistenza non sono da considerarsi una psicopatologia. Spesso sono associati a particolari circostanze ambientali che richiedono al bambino un certo sforzo di adattamento quali la nascita di un fratellino, la morte di una persona cara o di un animale, cambiamenti nei genitori (ad esempio, la separazione), l’inserimento nella scuola materna, nella scuola elementare.

Se però alcuni sintomi persistono bisogna accertarsi che non tratti un disturbo dell’umore.
A volte il disagio può essere solo interiore e passare inosservato in quanto il bambino riesce a celare ad occhi esterni l’ansia e la depressione che prova. Altre volte, il bambino sminuisce l’importanza delle sue sensazioni, non riesce a tradurre in parole quello che prova adottando comportamenti da bambino “troppo adulto” che danno l’impressione di dolcezza e autonomia nascondendo una grande sofferenza inespressa

Nei bambini il senso di vuoto e la tristezza, tipici della depressione in età adulta, è solitamente caratterizzato da un umore facilmente irritabile e può essere accompagnato da altri indicatori da tenere sotto osservazione:

  • indicatori scolastici: abbassamento del rendimento, perdita di interesse per le materie, quaderni in disordine, compiti a casa non eseguiti.
  • indicatori comportamentali: difficoltà nei rapporti sociali, costante stanchezza, agitazione, fobie, aggressività.
  • indicatori cognitivi: aspettative di fallimento, pensieri di morte, difficoltà di concentrazione, indecisione.
  • indicatori emozionali: sensi di colpa, disforia, lamentazioni eccessive, bassa autostima.
  • indicatori fisici: disturbi del sonno, senso di pesantezza, perdita o aumento ponderali eccessivi, problemi psicomotori.

Spesso il disturbo depressivo nel bambino è accompagnato dal disturbo d’ansia (in particolare ansia da separazione e ansia sociale), o dal disturbo da deficit di attenzione/iperattività, o dai disturbi dell’apprendimento.
Il rischio di sviluppare un disturbo depressivo è tuttavia più elevato nell’adolescente che nel bambino.

 

Comments are closed.