ansia esami

Ansia d’esame

21 Dic
by Francesca Vottero Ris, posted in Ansia   |  Commenti disabilitati su Ansia d’esame

L’ansia d’esame si caratterizza per la paura, che a volte può innescare una vero e proprio attacco di panico,  di affrontare un’interrogazione o un esame. L’ansia d’esame può rientrare all’interno di un quadro di Fobia Sociale ma non sempre, l’ansia eccessiva si può presentare solo di fronte ad un’interrogazione o un esame. L’ansia d’esame si differenzia dalla normale ansia fisiologica che accompagna, favorendone la performance, gli sforzi dell’individuo per raggiungere uno scopo desiderato.
Negli studenti affetti d’ansia d’esami l’idea di dover  sostenere un esame è associata (in maniera  direttamente proporzionale alla vicinanza,  alla difficoltà e all’importanza attribuita alla prova)  ad  intensi sintomi di ansia, preoccupazione,  pensieri o immagini “catastrofici” il cui contenuto può, ad esempio, riguardare l’essere bocciati, fare una figuraccia, fare scena muta, avere una crisi di panico, scappare all’ultimo momento, sentirsi falliti, umiliati, difettati o deludere gli altri significativi che innescano la cosiddetta “ansia anticipatoria”
Disturbi da stressLe persone affette da ansia d’esame possono sviluppare, oltre ad una preoccupazione eccessiva per la prova, sintomi fisici quali insonnia, nervosismo, difficoltà di concentrazione, vuoti di memoria, tremori, agitazione, tensioni, tachicardia, nausea, vertigini, mal di pancia; in alcuni casi i sintomi possono sfociare in un attacco di panico situazionale.
Spesso le persone affette da ansia d’esame evitano di affrontare la prova poiché temono di non riuscire a sopportare i sintomi e le conseguenze dell’ansia. I sintomi provocati dall’ansia d’esame e l’evitamento dell’esame e/o dell’interrogazione possono compromettere l’autostima, innescare vissuti di inadeguatezza a cui spesso si accompagnano sentimenti di vergogna,  autosvalutazione  e depressione.
Gli studenti sono consapevoli che la loro paura è irrazionale ma, nonostante questo non riescono a liberarsene.
Spesso, a causa dell’ansia d’esame patologica, la persona rimane danneggiata nel suo percorso scolastico ritardando in maniera significativa la conclusione degli studi oppure può avere un rendimento scolastico al di sotto dell’impegno profuso o dalle proprie capacità intellettuali. Nei casi più gravi l’ansia d’esame patologica può spingere la persona ad abbandonare gli studi nonostante le rilevanti potenzialità.  L’ansia d’esame può influire in maniera significativa sulla qualità della vita della persona un trattamento psicoterapeutico efficace, come si è dimostrata la psicoterapia cognitivo comportamentale,  potrà essere utile.