torino

Ansia e Attacchi di Panico

22 Giu
by Francesca Vottero Ris, posted in Ansia   |  Commenti disabilitati su Ansia e Attacchi di Panico

Scritto dalla Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa Torino, Psicoterapeuta Torino, Terapia E.M.D.R.

Il Disturbo da panico: la paura senza motivo.
AnsiaL’ansia e la paura sono emozioni che hanno la funzione di segnalare situazioni pericolose o spiacevoli e sono necessarie a ciascuno di noi perché ci consentono di affrontare situazioni temute ricorrendo alle risorse mentali e fisiche più adeguate.

Si ha un Attacco di Panico quando l’ansia o la paura provate sono così intense da produrre alcuni dei seguenti sintomi somatici e cognitivi:

  • palpitazioni o tachicardia
  • sudorazione
  • tremori fini o a grandi scosse
  • dispnea o sensazione di soffocamento
  • sensazione di asfissia, dolore o fastidio al petto
  • nausea o disturbi addominali
  • vertigini o sensazione di testa vuota
  • parestesie e brividi o vampate di calore
  • sensazioni di perdere il contatto con la realtà (derealizzazione) con la sensazione di vivere in una realtà nuova o sensazioni di essere una persona diversa, di non riconoscersi più (depersonalizzazione)
  • paura di perdere il controllo o di “impazzire”
  • paura di morire.

Esistono degli attacchi, i cosiddetti attacchi paucisintomatici, in cui si manifestano soltanto una parte dei sintomi del panico, senza esplodere in un vero attacco.
L’elemento fondamentale dell’attacco di panico è dunque un periodo di intensa paura o ansia accompagnato da svariati sintomi somatici o cognitivi.
La sintomatologia acuta dura da 15 a 30 minuti. Esistono diverse forme dell’attacco di panico e nel corso della vita, in periodi di stress emotivo, può accadere di avere qualche sporadico attacco di panico, ma ciò non significa che si soffre di un disturbo da panico.
Il soggetto affetto da disturbo da panico ha attacchi di panico inaspettati e ripetuti.

Il disturbo da panico può avere ripercussioni sulla vita lavorativa, familiare e sociale della persona che ne soffre diminuendone l’autonomia, il senso di efficacia personale e dell’autostima, la frustrazione che ne consegue può condurre ad una depressione secondaria. Alcune persone possono ricorrere all’abuso di sostanze stupefacenti (soprattutto alcool) per gestire il disturbo stesso o la depressione che ad esso può seguire.
L’età in cui tal disturbo si manifesta per la prima volta varia notevolmente da soggetto a soggetto, ma tipicamente si colloca tra la tarda adolescenza e i 35 anni.

Dottoressa Francesca Vottero Ris, psicologa torino, riceve presso studio privato in via Casalis 31 torino.

Rivalità tra fratelli

20 Giu
by Francesca Vottero Ris, posted in Ansia, Bambini   |  Commenti disabilitati su Rivalità tra fratelli

La rivalità tra fratelli è un fenomeno generalmente presente tra il bambino più piccolo e quello più vicino a lui per età.
In una famiglia con più fratelli, ogni bambino può essere geloso di un altro, ma la causa più comune è la nascita di un fratellino: la competizione tra fratelli è motivata dal voler ottenere amore, attenzione e approvazione dai genitori. La gelosia è più intensa se tra il primo ed il secondo bambino ci sono tra i 18 mesi ed i 3 anni di differenza, quando invece il distacco è di 4 anni o più, la competizione tende a ridursi via via perché le loro esigenze ed attività sono diverse.

Con la nascita di un fratello o di una sorella il bambino più grande può sentirsi messo da parte e sostituito dal nuovo arrivato che in quanto più bisognoso di cure è spesso al centro dell’attenzione genitoriale.

Comportamenti ostili ed aggressivi nei confronti del fratello, regressioni in alcune abilità già consolidate (ad es. il ritorno ad un linguaggio infantile, la perdita del controllo sfinterico, ecc.), eccessiva dipendenza, isolamento, tristezza, continue richieste di attenzione, sono alcune possibili manifestazioni delle difficoltà del bambino ad affronatare il cambiamento avvenuto in famiglia.

Un bambino geloso prova paura ed insicurezza, teme di non essere amato e considerato al pari di qualcun altro. Per questo deve essere visto come un bambino che attraversa un momento triste e difficile della sua vita piuttosto che come un bambino che si comporta male di proposito o che all’improvviso è diventato cattivo, dispettoso e fastidioso.

In questo particolare periodo il bambino ha bisogno di essere rassicurato, di sentirsi certo di poter contare sull’amore dei suoi genitori.

Se non affrontata e gestita in maniera corretta, la gelosia diventa particolarmente intensa e si puo associare a problemi nell’interazione sociale del bambino. Nei casi in cui la gelosia diventa intenza e perdura nel tempo si configura un disturbo che neccessita l’intervento di uno psciologo per sostenere sia il bambino che i suoi genitori.

Dottoreaa Francesca Vottero Ris, psicologa torino, riceve presso studio privato in via Casalis 31 torino.

Psicologi a Torino

19 Giu
by Francesca Vottero Ris, posted in Psicologia   |  Commenti disabilitati su Psicologi a Torino

Dottoressa Francesca Vottero Ris, psicologa Torino, Psicoterapeuta Torino, Terapia E.M.D.R.

A Torino psicologi per adulti, psicologi per bambini, psicologi per adolescenti, psicologi per genitori, neuropsichiatri infantili. Servizi di psicologia per adolescenti. Psicoterapia a Torino.

Il 1 gennaio gennaio 2008, dall’unione delle ex Asl 1 e Asl 2 di Torino è nata l’Azienda sanitaria locale “TO 1”. Sede legale e amministrativa Via San Secondo 29 – 10128 Torino – centralini: ex Asl 1 di Torino 011 5661566; ex Asl 2 di Torino 011 70951.

Mole Antoneliana TorinoLa ASL TO 1 – Torino ha competenza sul territorio di:
Torino Circoscrizione 1 (Centro, Crocetta)) Torino Circoscrizione 2 (Santa Rita, Mirafiori Nord) Torino Circoscrizione 3 (San Paolo, Cenisia, Cit Turin, Pozzo Strada, Borgata Lesna) Torino Circoscrizione 8 (San Salvario, Cavoretto, Borgo Po) Torino Circoscrizione 9 (Lingotto, Nizza Millefonti, Filadelfia) Torino Circoscrizione 10 (Mirafiori Sud) e sul Presidio Ospedaliero Oftalmico C. Sperino (ex Asl 1 di Torino), Presidio Ospedaliero Evangelico Valdese (ex Asl 1 di Torino) e il Presidio Ospedaliero Martini (ex Asl 2 di Torino)

All’interno dell’ASL TO1 ci sono due Strutture di Neuropsichiatria, con ambulatori collocati nei Distretti. Le Direzioni e Segreterie sono: Via San Secondo 29 bis Torino- tel 011.5662034 (Distretti 1 – 8 – 9 e 10); Via Tofane 71 Torino- tel 011.70952547 – Ospedale Martini (Distretti 2 e 3).

I Servizi di psicologia sono composti da medici neuropsichiatri infantili, psicologi dell’età evolutiva, fisioterapisti, logopedisti, educatori, infermieri e personale amministrativo.
Le attività sono rivolte a bambini e adolescenti in età compresa tra 0 e 18 anni e consistono in:
– attività di prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione dei disturbi neurologici, psicologici e psichiatrici
– attività di tutela (in collaborazione con i Servizi Sociali ) nelle situazioni di rischio psicoevolutivo
– attività istituzionali relative alle adozioni, agli affidi familiari, all’inserimento scolastico dei soggetti con handicap

Presso il polo ospedaliero dell’Ospedale Martini di Torino vengono effettuate attività di diagnosi e cura che richiedono un ricovero in area pediatrica o indagini strumentali (laboratorio di neurofisiologia, biopsie muscolari, accertamenti radiologici, esami di sangue…)
Vengono svolte le seguenti attività specialistiche: visite specialistiche neuropsichiatriche, esami neurofisiologici (EEG standard e in altre condizioni, Potenziali Evocati), colloqui psichiatrici, colloqui di sostegno psicologico, psicodiagnosi, psicoterapia individuale, sostegno ai genitori, psicoterapia di coppia, valutazione e riabilitazione neuromotoria, valutazione e riabilitazione logopedica
Sono presenti equipe di lavoro dedicate ad ambiti specifici come il maltrattamento e l’abuso infantile, disturbi pervasivi dello sviluppo, malattie rare…
I progetti individualizzati per i minori disabili vengono definiti insieme agli operatori sanitari e sociali nell’ambito della commissione Unità Valutativa Minori.
L’accesso al Servizio avviene in base alla residenza del minore sul territorio dell’ASL.

Nell’ambito dei compiti della Neuropsichiatria Infantile dell’ASL TO1 rientrano le attività di Riabilitazione neuropsicomotoria e logopedica. In questo ambito si individuano diverse aree di coinvolgimento che si possono schematicamente riferire per la riabilitazione neuropsicomotoria a patologie neuro e psicomotorie, disturbo pervasivo dello sviluppo , per la riabilitazione logopedica a disturbi del linguaggio di varia natura e disturbi specifici dell’apprendimento.

In collaborazione con il Dipartimento di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino è operativo un ambulatorio specializzato per la diagnosi e la presa in carico dei soggetti con Disturbo Pervasivo dello sviluppo (Autismo).

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa torino, riceve presso studio privato in vi Casalis 31 torino.

I disturbi del linguaggio nei bambini

18 Ott
by Francesca Vottero Ris, posted in Bambini   |  Commenti disabilitati su I disturbi del linguaggio nei bambini

bambino felice che gioca con la pitturaIl disturbo dell’espressione del linguaggio consiste in una significativa compromissione dello sviluppo del linguaggio espressivo che interferisce con i risultati scolastici e con la comunicazione sociale.

I sintomi sono:

  • linguaggio limitato sul piano quantitativo (interventi rari e brevi)
  • vocabolario limitato
  • difficoltà ad imparare parole nuove
  • errori nell’utilizzare le parole
  • utilizzo di strutture grammaticali semplici
  • uso delle parole in un ordine insolito
  • errori di coniugazione dei verbi.

Bambino che non riesce a studiareNel disturbo misto dell’espressione e della ricezione del linguaggio, oltre ad essere presenti i sintomi precedentemente elencati, il bambino manifesta difficoltà nel comprendere frasi e parole particolari, come costruzioni ipotetiche o termini spaziali. Nei casi più gravi si può riscontrare l’incapacità di capire il vocabolario di base e deficit nell’elaborazione uditiva (discriminazione dei suoni, associazione di suoni a simboli, immagazzinamento, rievocazione e costruzione di sequenze).

Depressione nei bambiniLe difficoltà della comprensione del linguaggio possono essere meno evidenti di quelle della produzione del linguaggio, si può osservare ad esempio che il bambino esegue indicazioni in modo scorretto, risponde in modo inadeguato a una domanda, rispetta con difficoltà il proprio turno nella conversazione, sembra non prestare attenzione quando gli si parla.

Rivalita tra fratelliNel disturbo di fonazione è invece l’articolazione delle parole ad essere compromessa in modo significativo. I suoni che spesso vengono articolati con difficoltà sono: l, r, s, z, gl, gn,c. Gli errori di articolazione comportano l’incapacità di formare i suoni dell’eloquio in modo corretto, per es. la difficoltà di decidere quali suoni del linguaggio determinano una differenza di significato. Si possono verificare casi in cui l’eloquio è comunque fluido e comprensibile e casi in cui l’eloquio è del tutto incomprensibile, compromettendo in modo significativo i risultati scolastici e la comunicazione sociale.

Bambino ossessionatoLa balbuzie è caratterizzata da un’anomalia del normale fluire e della cadenza dell’eloquio, per cui sono presenti:

  • la ripetizioni di suoni e sillabe
  • il prolungamento dei suoni
  • pause all’interno di una parola
  • parole emesse con eccessiva tensione fisica
  • sostituzione di parole per evitare parole problematiche
  • ripetizione di parole monosillabiche.

La balbuzie può essere accompagnata da movimenti muscolari come tic, ammiccamenti, tremori delle labbra o del viso, scosse del capo.

Dottoressa Francesca Vottero Ris, psicologa e psicoterapeuta Torino, riceve in studio privato in via Casalis 31 a Torino.

Psicologi e Psicoterapeuti: differenze dal punto di vista legale

11 Ott
by Francesca Vottero Ris, posted in In evidenza, Psicologia   |  Commenti disabilitati su Psicologi e Psicoterapeuti: differenze dal punto di vista legale

Fonte: http://www.guidapsicologi.it

Sostegno psicologicoSe prima i confini erano sfumati, a seguito della riforma universitaria la branca della psicologia si è ulteriormente diramata provocando ancor più confusione riguardo le differenze fra le varie figure professionali connesse al titolo. Si tende, infatti, a confondere spesso lo Psicoterapeuta con lo Psicologo, ma vedremo che le differenze ci sono e come.
Per prima cosa a differenziare le due figure professionali è la legge stessa: mentre a livello legale la professione di Psicologo (legge n.56 del 18 febbraio 1989)  “..comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito. Per esercitare la professione di Psicologo è necessario aver conseguito l’abilitazione in Psicologia mediante l’esame di Stato ed essere iscritto nell’apposito albo professionale..”,  la professione dello Psicoterapeuta è subordinata  “…ad una specifica formazione professionale, da acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, presso scuole di specializzazione universitaria o presso istituti a tal fine riconosciuti con le procedure di cui all’art. 3 del citato decreto del Presidente della Repubblica.”
Studio per prestazioni psicologicheDi conseguenza per diventare Piscoterapeuti bisogna essere prima degli Psicologi e sarà necessario frequentare una scuola di specializzazione (della durata di almeno 4 anni) riconosciuta pienamente dallo stato. Una volta ottenuta la specializzazione il soggetto potrà effettuare le attività relazionabili alla figura dello Psicologo (diagnosi, didattica, riabilitazione, sperimentazione) e dello Psicoterapeuta (psicoterapie di diversa matrice, con l’utilizzo di tecniche e procedure acquisite durante il corso di specializzazione).
Le due figure, infine, si distinguono ulteriormente dallo Psicoanalista e dallo Psichiatra, infatti, lo Psicoanalista può essere definito come uno Psicologo specializzato in psicoanalisi, mentre lo Psichiatra non è uno Psicologo, ma un vero e proprio Medico specializzato in psichiatria.Quest’ultima figura però può essere paragonata allo Psicoterapeuta in quanto la specializzazione prevede corsi di psicoterapia ed anche dal punto di vista legale (nonostante i pareri dei professionisti non siano unanimi) vengono equiparati.

Psicologia per adulti

“Tutto è difficile prima di essere semplice”

In parole povere, a differenziarli è l’approccio in quanto per lo psicoterapeuta considera la persona come elemento centrale del processo, mentre per lo Psichiatra è centrale il problema.

Relativamente alla figura dello Psicologo, a confondere le idee oggi interviene anche la figura del Counselor (figura professionale il cui obiettivo è sostenere e sviluppare le potenzialità del cliente che richiede la consulenza) verso cui però fa chiarezza l’Antitrust affermando che quest’ultima figura “..non trova riconoscimento né nella legge 56/89 né in altre leggi dello Stato”.

Studio di psicologia a TorinoDottoressa Francesca Vottero Ris, Psicologa Torino Psicoterapeuta Torino, riceve presso lo studio privato di via Casalis 31, 10143 Torino.

Centri per adolescenti a Torino

12 Lug
by Francesca Vottero Ris, posted in Adolescenti, Psicologia   |  Commenti disabilitati su Centri per adolescenti a Torino

ragazziIl Centro Adolescenti a Torino si rivolge a ragazzi e ragazze di età compresa fra i 12 e i 21 anni che vogliano essere ascoltati su problemi personali, familiari, psicologici, sanitari, scolastici, e ai genitori, insegnati e operatori che necessitano di informazioni e consulenza nel rapporto con gli adolescenti. L’accesso è gratuito e non serve l’impegnativa del medico.
È possibile trovarli sul territorio di Torino presso:

Mole Antoneliana TorinoASLTO1 a Torino:

Distretto Circoscrizione 3, Via Moretta 55 bis Torino, telefono 0114474337; l’accesso è diretto e gratuito.

ASLTO2 a Torino:

  • Distretto Circoscrizione 4 e 5, piazza Montale 10 Torino, telefono 011732264.
  • Distretto Circoscrizione 6, via Maddalene 35/a Torino, telefono 011284738.
  • Distretto Circoscrizione 7, via Cavezzale 6 Torino, telefono 01183925227.

 

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino.

Servizi di psicologia Asl TO1 di Torino

28 Giu
by Francesca Vottero Ris, posted in Psicologia   |  Commenti disabilitati su Servizi di psicologia Asl TO1 di Torino

A Torino psicologi per adulti, psicologi per bambini, psicologi per adolescenti, psicologi per genitori, neuropsichiatri infantili. Servizi di psicologia per adolescenti. Psicoterapia a Torino.

Il 1 gennaio gennaio 2008, dall’unione delle ex Asl 1 e Asl 2 di Torino è nata l’Azienda sanitaria locale “TO 1”. Sede legale e amministrativa Via San Secondo 29 – 10128 Torino – centralini: ex Asl 1 di Torino 011 5661566; ex Asl 2 di Torino 011 70951.

Mole Antoneliana TorinoLa ASL TO 1 – Torino ha competenza sul territorio di:
Torino Circoscrizione 1 (Centro, Crocetta)) Torino Circoscrizione 2 (Santa Rita, Mirafiori Nord) Torino Circoscrizione 3 (San Paolo, Cenisia, Cit Turin, Pozzo Strada, Borgata Lesna) Torino Circoscrizione 8 (San Salvario, Cavoretto, Borgo Po) Torino Circoscrizione 9 (Lingotto, Nizza Millefonti, Filadelfia) Torino Circoscrizione 10 (Mirafiori Sud) e sul Presidio Ospedaliero Oftalmico C. Sperino (ex Asl 1 di Torino), Presidio Ospedaliero Evangelico Valdese (ex Asl 1 di Torino) e il Presidio Ospedaliero Martini (ex Asl 2 di Torino)

All’interno dell’ASL TO1 ci sono due Strutture di Neuropsichiatria, con ambulatori collocati nei Distretti. Le Direzioni e Segreterie sono: Via San Secondo 29 bis Torino- tel 011.5662034 (Distretti 1 – 8 – 9 e 10); Via Tofane 71  Torino- tel 011.70952547 – Ospedale Martini (Distretti 2 e 3).

I Servizi di psicologia sono composti da medici neuropsichiatri infantili, psicologi dell’età evolutiva, fisioterapisti, logopedisti, educatori, infermieri e personale amministrativo.
Le attività sono rivolte a bambini e adolescenti in età compresa tra 0 e 18 anni e consistono in:
–  attività di prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione dei disturbi neurologici, psicologici e psichiatrici
–  attività di tutela (in collaborazione con i Servizi Sociali ) nelle situazioni di rischio psicoevolutivo
–  attività istituzionali relative alle adozioni, agli affidi familiari, all’inserimento scolastico dei soggetti con handicap

Presso il polo ospedaliero dell’Ospedale Martini di Torino vengono effettuate attività di diagnosi e cura che richiedono un ricovero in area pediatrica o indagini strumentali (laboratorio di neurofisiologia, biopsie muscolari, accertamenti radiologici, esami di sangue…)
Vengono svolte le seguenti attività specialistiche: visite specialistiche neuropsichiatriche, esami neurofisiologici (EEG standard e in altre condizioni, Potenziali Evocati), colloqui psichiatrici, colloqui di sostegno psicologico,  psicodiagnosi,  psicoterapia individuale, sostegno ai genitori, psicoterapia di coppia, valutazione e riabilitazione neuromotoria,   valutazione e riabilitazione logopedica
Sono presenti equipe di lavoro dedicate ad ambiti specifici come il maltrattamento e l’abuso infantile, disturbi pervasivi dello sviluppo, malattie rare…
I progetti individualizzati per i minori disabili vengono definiti insieme agli operatori sanitari e sociali nell’ambito della commissione Unità Valutativa Minori.
L’accesso al Servizio avviene in base alla residenza del minore sul territorio dell’ASL.

Nell’ambito dei compiti della Neuropsichiatria Infantile dell’ASL TO1 rientrano le attività di Riabilitazione neuropsicomotoria e logopedica. In questo ambito si individuano diverse aree di coinvolgimento che si possono schematicamente riferire per la riabilitazione neuropsicomotoria a patologie neuro e psicomotorie, disturbo pervasivo dello sviluppo , per la riabilitazione logopedica a disturbi del linguaggio di varia natura e disturbi specifici dell’apprendimento.

In collaborazione con il Dipartimento di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino è operativo un ambulatorio specializzato per la diagnosi e la presa in carico dei soggetti con Disturbo Pervasivo dello sviluppo (Autismo).

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino

 

Un percorso educativo per i bambini

21 Giu
by Francesca Vottero Ris, posted in Bambini, Educazione, Scuola   |  Commenti disabilitati su Un percorso educativo per i bambini

albero con i ramiLa pedagogia del”FARE” pone l’accento sulla centralità del bambino e sul ruolo di “registra” dell’insegnante, ossia pensare ad un contesto che favorisca l’esperienza. I bambini preferiscono imparare”facendo”e imparano più facilmente quando usano tutto il loro corpo di quando devono essere ascoltatori passivi. In questo modo l’informazione diventa esperienza diretta e si apprende veramente, elemento importante per lo sviluppo cognitivo del bambino in quanto diventa parte integrante della personalità del futuro adulto.

Con queste premesse il percorso educativo”AMICO ALBERO” è stato pensato e rivolto ai bambini come avvicinamento all’educazione scientifico/ambientale. Attraverso le uscite al parco, le osservazioni della natura e l’uso della fotografia aiutiamo i bambini a cogliere la bellezza dei cambiamenti stagionali.

Il progetto didattico è finalizzato a:

  • sviluppare l’attenzione verso l’ambiente e in particolare verso l’ albero,
  • vivere la natura come osservatori attivi e partecipi,
  • utilizzare il linguaggio pittorico per favorire l’ apprendimento dei colori.

L’attività permette di sviluppare la creatività dei bambini mediante la costruzione di alberi con tecniche diverse riferiti al trascorrere delle stagioni, ai contrasti di colori, alla fantasia.

Per avviare il progetto i bambini sono accompagnati al PARCO della TESORIERA di Torino e qui riportati ad ogni cambio di stagione, presso un grande albero carico di foglie di tutti i colori.

I bambini nei pressi dell’albero sono invitati ad entrare in relazione con lo stesso: lo esplorano, lo annusano, lo toccano e sentono la ruvidezza della corteccia, osservano i colori delle foglie, individuano la superficie delle radici uscite dalla terra, raccolgono rami, foglie e pigne, si sdraiano per terra a pancia in sù per osservarlo meglio ed esprimono spontaneamente emozioni e sentimenti.

Prima di andare via si siedono in cerchio intorno al tronco e ciascuno dei bambini rivolge ad alta voce il suo messaggio di saluto:

D……sento un rumore di foglie
A……ciao albero ti voglio tanto bene
G……albero mangio tutto
E……ti voglio bene sono tua amica
A……albero ti salutano tutti i bambini
B……ti veniamo a trovare un’altra volta
L……ti voglio bene albero
A……ciao albero

Per approfondire e dare più opportunità di esperienza ai bambini, il team di insegnanti della scuola dell’infanzia “Cavaglià” di Torino ha aderito al percorso “AMICO ALBERO” proposto dai Servizi Educativi di Palazzo Madama di Torino, attività pensata per le scuole dell’infanzia che propone la conoscenza dell’albero e la scoperta delle sue forme, dei suoi frutti e dei suoi usi mediante alcune opere esposte nel museo.

Scritto da Fulvia Di Benedetto, insegnante di scuola dell’infanzia a Torino.

Servizi di psicologia Asl TO2 di Torino

13 Giu
by Francesca Vottero Ris, posted in Psicologia   |  Commenti disabilitati su Servizi di psicologia Asl TO2 di Torino

A Torino psicologi per adulti, psicologi per bambini, psicologi per adolescenti, psicologi per genitori, neuropsichiatri infantili. Servizi di psicologia per adolescenti. Psicoterapia a Torino.

Il 1 gennaio gennaio 2008, dall’unione delle ex Asl 3 e Asl 4 di Torino è nata l’Azienda sanitaria locale “TO 2” Torino Nord. Sede legale e amministrativa Corso Svizzera 164 – 10149 Torino – centralini: ex Asl 3 di Torino 011 4393111; ex Asl 4 di Torino 011 2401111.

Mole Antoneliana TorinoLa ASL TO 2 – Torino Nord organizza i servizi sanitari delle circoscrizioni nord di Torino. In particolare, ha competenza sul territorio di:
Torino Circoscrizione 4 (quartieri San Donato, Campidoglio e Parella) Torino Circoscrizione 5 (Vallette, Lucento, Madonna di Campagna e Borgo Vittoria) Torino Circoscrizione 6 (Barriera di Milano, Falchera, Villaretto, Rebaudengo, Regio Parco, Barca, Bertolla) Torino Circoscrizione 7 (Aurora, Vanchiglia, Sassi, Madonna del Pilone) e sugli ospedali Maria Vittoria a Torino, Amedeo di Savoia di Torino Nord, per Emergenza S. Giovanni Bosco

Presso l’Ospedale  MARIA VITTORIA via Cibrario, 72 Torino, funziona il reparto di  NEUROPSICHIATRIA INFANTILE di Torino  Tel: 011.439.3258 – fax 011.439.3381
Il servizio di neuropsichiatria infantile di Torino si avvale di medici neuropsichiatri infantili, psicologi, logopedisti, fisioterapisti, infermieri e personale amministrativo. Psicologia infantile, psicologi per bambini, psicologa per bambini, psicologia età evolutiva.
Le prestazioni del servizio di psicologia infantile e neuropsichiatria infantile di Torino consistono nella prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dei disturbi dello sviluppo psichico del bambino e dell’adolescente, dei danni neuromotori, delle patologie neurologiche e comportamentali, dell’epilessia e dei disturbi del linguaggio e dell’apprendimento.
L’attività è pianificata su gruppi di lavoro organizzati a seconda dell’età del bambino e comprende visite mediche e/o psicologiche, consulenze ai genitori e alle istituzioni, psicoterapie individuali e familiari, attività di tipo riabilitativo.
In collaborazione con i Servizi Sociali ed in accordo con il Tribunale di Torino, il servizio di neuropsichiatria infantile di Torino lavora per affidamenti e adozioni. Partecipa in modo attivo alla presa in carico dell’handicap, con attenzione particolare all’integrazione scolastica e sociale dei disabili. In collaborazione con altre aziende sanitarie e sociali, si occupa delle situazioni di maltrattamento ed abuso su minori.
La sede ospedaliera, oltre alle attività di consulenza interna e di elettroencefalografia clinica, ospita alcune delle prime accoglienze. È in grado inoltre di attivarsi nelle situazioni di emergenza-urgenza, specie in età adolescenziale, fornendo consulenza all’utente, previo filtro da parte del medico o pediatra di base, mettendo in azione successivamente un progetto integrato con gli ambulatori territoriali in Torino.
Accesso prime visite: su prenotazione telefonica al numero 011.439.3258 o tramite CUP di Torino
SEDI AMBULATORI di TorinoDistretto I   via Asinari di Bernezzo 98 / via Carrera 81  Torino tel.011/ 71.54.82 – 72.48.21;Distretto II Piazza Montale 12  Torino  tel. 011.73.59.76 – 011.739.23.95via Sospello 139/3  Torino tel. 011/220.55.00via Stradella 203 Torino   tel.011.25.35.55.

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino.

Giornata Internazionale dei bambini scomparsi

25 Mag
by Francesca Vottero Ris, posted in Adolescenti, Bambini   |  Commenti disabilitati su Giornata Internazionale dei bambini scomparsi

bambino che ha pauraOggi mercoledì 25 maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale dei bambini scomparsi. Ogni anno, in Italia, vengono avviate circa 3000 ricerche di minori scomparsi, il fenomeno desta preoccupazione nelle Istituzioni e nell’opinione pubblica.

In prevalenza si tratta di adolescenti, soprattutto stranieri che si allontanano da istituti o comunità o di allontanamenti volontari. Bambini che diventano invisibili, di cui si parla nella cronaca fin quando non  cadono nel buio insieme alle loro famiglie e ne sono inghiottiti a volte per sempre. Se ne parla finchè ci sono speranze poi le speranze si arrestano e con sè anche l’attenzione.

La Giornata Internazionale dei Bambini Scomparsi, nacque come Missing Children’s Day nel 1983, negli Stati Uniti, per ricordare la scomparsa del piccolo Ethan Patz, rapito a New York proprio il 25 maggio del 1979. e oggi è diventato un evento mondiale.

Il fenomeno della scomparsa dei bambini è purtroppo in crescita e fuori dal controllo, ed è un problema sociale che ha bisogno di prevenzione e conoscenza ed è proprio lo scopo di questa giornata. In tutto il mondo si celebrano iniziative grazie alla Federazione europea per i bambini scomparsi e sfruttati sessualmente. In Italia sarà in prima linea il Telefono Azzurro: il 29 e 30 maggio – In occasione della Giornata Mondiale Dei Bambini Scomparsi, i volontari di Telefono Azzurro Onlus saranno presenti dalle ore 10 alle ore 19 presso il Centro Commerciale “Parco Dora” di Via Livorno a Torino nell’ambito dell’iniziativa “I mercatini dell’artigianato”. Verrà distribuito materiale informativo e di sensibilizzazione relativo all’impegno dell’Associazione nella tutela dei diritti all’infanzia e, nello specifico, al Servizio 116000 – Linea diretta per i bambini, gestita dal Telefono Azzurro.

Dott.ssa Francesca Vottero Ris, psicologa a Torino.

Pagina 1 di 212